13 luoghi spettrali e infestati nell'isola di Man

Luoghi spettrali e infestati da visitare nell'Isola di Man, tra cui case infestate, tombe di vampiri e storie strane e tristi .

Questa pagina può contenere link di affiliazione. In qualità di affiliato Amazon, guadagno dagli acquisti idonei.

L'Isola di Man è un luogo tranquillo fatto di verdi colline ondulate e di una bellezza naturale e aspra. È anche una terra ricca di storia con antichi cerchi di pietre, leggende di mostri e fantasmi che vagano per le case sia dei potenti che degli umili. I Vichinghi hanno razziato e conquistato e qui si sono combattute sanguinose battaglie.



Racconti di stregoneria, omicidi ed esecuzioni pubbliche si nascondono dietro le porte di questa isola sperduta nel Mare d'Irlanda. Con Hop tu Naa (Halloween per tutti voi) dietro l'angolo, ecco un'introduzione a tredici dei siti più spaventosi e infestati che potete visitare... se ne avete il coraggio. E se desideri visitare questi luoghi ma non sei sicuro di dove si trovino, vai a questo link della mappa per maggiori informazioni .



1. Posto B14 al Gaiety Theatre

Si dice che sia il sedile che l'area circostante siano infestati da una donna anziana che ha perso il marito in guerra. È stata vista da molti ed è descritta come una nonna senza pretese, almeno fino a quando non fa qualcosa di strano come attraversare un muro. B14 era il suo posto preferito e si dice che venisse ancora a vedere gli spettacoli che amava così tanto mentre viveva. Ci sono altri fantasmi al Gaiety e avvenimenti spettrali di cui puoi scoprire di più su Tour dei fantasmi allegri .

2. La tomba dei vampiri nel cimitero di Malew

Matthew Hassall sembrava un normale Manxman fino al giorno in cui è morto e i suoi cari si sono riuniti al suo risveglio. Fu allora che si sedette dritto e spaventò tutti i presenti! Dichiarato vampiro, fu deciso che non poteva essere ufficialmente sepolto in terra consacrata con la sua amata moglie Margaret.



La leggenda narra che la sua tomba fu scavata da dietro il muro di pietra contro cui si erge la tomba (l'antico confine del sagrato) e il suo corpo fu posto all'interno in quel modo. Solo per assicurarsi che non risorgesse, una lastra di pietra fu posta sopra il suo cadavere e pali di ferro e catene coprirono la tomba per trattenerlo. Queste catene sono rimaste dal 1800 ai giorni nostri 1 .

Altre storie che ti piaceranno

3. Strega che brucia a Castletown

Se sei stato a Castletown avrai senza dubbio visto il monumento di Smelt nella piazza del paese. Su un lato c'è una targa di legno che ricorda il destino di una donna del posto accusata, insieme a suo figlio, di cavalcare manici di scopa nei campi per incoraggiare la crescita dei raccolti 2 . Entrambi furono tenuti prigionieri a Castle Rushen e nel loro ultimo giorno furono vestiti con abiti bianchi e portati su un carro a Peel dove furono messi in mostra come monito per le aspiranti streghe. 3 . Successivamente, furono riportati a Castletown per essere giustiziati con il fuoco.

L'Antica Croce del Mercato
Su questo sito fino all'inizio del XVIII secolo si trovava la croce del mercato. Nell'anno 1617 Margaret Ineqane e suo figlio furono condannati a morte per stregoneria e bruciati sul rogo vicino alla croce



4. I fantasmi di Castle Rushen

C'è stato un castello in questo sito dal 1200 circa e l'attuale struttura risale al 1344. Con le prigioni e le esecuzioni tenute all'interno delle sue mura, non c'è da stupirsi che ci siano anche storie di fantasmi. Tre di questi fantasmi sono donne conosciute come White Lady, Rose e Woman in Black. C'è anche una misteriosa stanza sotterranea nel castello dove è stato visto indugiare un fantasma maschio. Si dice che la passeggiata dei fantasmi a Castle Rushen sia una delle migliori dell'isola e può essere prenotato qui .

5. Tomba del colera di massa a Douglas

Nel giugno del 1832, il colera arrivò sull'isola di Man. Questa malattia mortale si diffuse dall'India lungo le rotte commerciali verso Mosca e poi verso l'Europa e l'Inghilterra. I giornali riportarono che l'epidemia si era diffusa a Liverpool nel maggio 1832 e fu un mese dopo che fece capolino sull'isola. Ha causato il panico e alla fine ha ucciso 83 persone, che sono state tutte sepolte insieme in una fossa comune nella chiesa di San Giorgio. È stato implicito in a articolo di giornale dell'epoca 4 che il numero di persone che sono morte avrebbe potuto essere inferiore se non fosse stato per come le persone hanno reagito alle morti. Hanno riferito:

Abbiamo visto nel corso dell'ultima settimana un bidone in Sand Street in attesa di ricevere un cadavere di colera e la casa era affollata di persone, per lo più donne e bambini desiderosi di vedere i morti. Molti di questi hanno pagato la fatale penale per la loro curiosità.

canzoni gospel più famose

6. Milntown infestata

Milntown per molti è una bella e storica casa sulla strada Lezayre a Ramsey. Ha ampi giardini, un ristorante e un delizioso servizio da tè che consiglio vivamente. Si dice che la parte principale della casa sia dove sono stati gli avvistamenti di fantasmi e si dice che sia la casa più infestata dell'Isola di Man! Ci sono due fantasmi principali che sono stati segnalati qui, uno l'ex padrona di casa e l'altro uno spirito malevolo e aggressivo a cui piace spaventare i visitatori. Milntown ha anche un tour dei fantasmi e ulteriori informazioni possono essere trovate sul loro sito web .

7. Il misterioso destino degli orsi polari Groudle Glen

Groudle Glen in questi giorni comprende un pittoresco parco pubblico e un sentiero che conduce dalla cima della valle al mare. C'è anche una piccola ferrovia a vapore ancora in funzione oggi e potrebbe sembrare un posto strano per uno. La ragione della sua esistenza è che la valle è stata un parco divertimenti dal 1896 fino alla seconda guerra mondiale e ha aiutato a trasportare i visitatori vittoriani lungo la valle da una pista da ballo, un palco dell'orchestra, bancarelle e una ruota idraulica fino a dove si trovava un piccolo zoo a Sea Le rocce del leone 5 ad Oncan.

Sia i leoni marini che due orsi polari erano tenuti allo zoo e, infatti, i treni sulla linea prendevano il nome da loro 6 . Il famoso zoo chiuse durante la prima guerra mondiale e quando riaprì nel 1920 gli orsi polari stranamente non erano più un'attrazione. Sembra che non ci sia traccia di ciò che è accaduto agli animali, ma la voce del tempo era che gli orsi fossero stati rilasciati in mare. Se lo erano, nuotavano via e non se ne vedevano più né se ne sentiva parlare su questa riva o su nessun'altra.

Puoi ancora vedere le rovine del recinto degli orsi polari sulle rocce sottostanti Sala da tè delle rocce del leone marino .

8. L'avvelenamento dei marinai prussiani

Nel 1860 una nave salpò per Ramsey e rimase bloccata in un banco di sabbia dopo aver scaricato il suo carico. La sfortuna è continuata dopo che lo scafo della nave si è rotto quando la marea è calata, il che ha praticamente distrutto l'intera barca. L'equipaggio è stato portato in città ed è rimasto con una donna del posto, Jane Duke di Strand Street 7 .

Mentre erano lì, hanno cucinato un pasto che includeva come ingrediente una polvere bianca che avevano portato dalla loro nave. Pensavano che fosse Arrowroot, un ingrediente per addensare le salse, ma per loro sfortuna era o era stato contaminato dall'arsenico. Tre di loro sono morti, devastando la comunità.

La città di Ramsey ha pagato una lapide per gli uomini, e si dice che quasi diecimila persone siano andate al loro funerale e abbiano allineato la strada da Ramsey a Maughold. Puoi trovare l'indicatore di arenaria rossa nel cimitero di St Maughold, dove reca un'iscrizione biblica in tedesco su un lato e i nomi degli uomini, Charl Friderich Wilhelm Behrndt, Charl Grahl e Charl Hemnies, di età compresa tra 17, 21 e 23 anni, dall'altra.

Puoi trovare la loro tomba entrando nel sagrato e seguendo il sentiero a destra. Superate le croci celtiche e proseguite a sinistra dietro la curva all'angolo più lontano dove vedrete anche un pozzo grande e molto profondo sulla vostra sinistra. Continua dritto finché non vedi un cancello sulla tua destra e poi cerca in circa tre tombe profonde la lapide rossa.

9. Il Moddey Dhoo

Apparizioni di cani neri pepano il panorama del folklore britannico 8 ma uno dei più famigerati è il Moddey Dhoo di Peel Castle. Nel XVII secolo la grande bestia appariva regolarmente, sembrava sempre emergere e scomparire nel passaggio che collegava il corpo di guardia all'appartamento del Capitano della Guardia.

Dopo che una guardia è stata letteralmente spaventata a morte mentre camminava lungo questo passaggio, è stato finalmente sigillato e da allora lo spirito non è stato più visto. Si dice che tre notti prima che la guardia morisse, sia entrato da solo nel passaggio. Si udirono urla soprannaturali e alla fine l'uomo uscì barcollando bianco come un lenzuolo e con gli occhi ardenti di terrore. Non una parola del suo calvario è sfuggita alle sue labbra e subito dopo è morto 9 .

Dicono che un'apparizione chiamata, nella loro lingua, il Mauthe Doog, a forma di un grande spaniel nero con i capelli ispidi arricciati, fosse usata per infestare il castello di Peel; ed è stato visto spesso in ogni stanza, ma in particolare nella camera di guardia, dove, appena accese le candele, veniva a sdraiarsi davanti al fuoco in presenza di tutti i soldati, che alla fine, essendo così abituato alla sua vista, persero gran parte del terrore che li aveva presi alla sua prima apparizione. 10

10. La Buggane di San Triniani

Sulla strada da Douglas a Peel, potresti aver individuato le rovine di un vecchio edificio in pietra appena prima dell'Highlander. Questi sono i resti della chiesa di San Trinians del XIV secolo dove la leggenda dice che un Buggane strappò il tetto non una ma tre volte. Questo Buggane era una creatura mutaforma che a volte assomigliava a un uomo e altre a un vitello nero demoniaco con zanne, occhi fiammeggianti, piedi fessi e artigli affilati. undici .

È raccontato in una fiaba 12 che quando i monaci costruirono la chiesa il Buggane locale decise che non gli piaceva l'idea di suonare le campane della chiesa disturbando la pace. Ha strappato il tetto durante la notte e la mattina dopo la gente di Greeba ha scoperto solo travi e assi rotte. Il tetto è stato ricostruito e ancora una volta è stato strappato via come prima. Il tetto fu messo su una terza volta e per dimostrare che non c'era paura di essere avuto da un Buggane, Timothy il Sarto si chiuse dentro durante la notte.

Nelle ore piccole, il Buggane è emerso da un buco nel pavimento e ha terrorizzato l'uomo prima di inseguirlo al cimitero di Marown. Non potendo seguire il sarto all'interno, si strappò la testa e la lanciò a Timothy.

11. La tragedia di Summerland

Il 2 agosto 1973 scoppiò un incendio nell'imponente complesso di Summerland uccidendo cinquanta persone e ferendone molte altre. Tutto ciò che resta della struttura può essere visto dietro la recinzione arrugginita all'estremità nord della Douglas Promenade. Recentemente è stato anche aperto un giardino commemorativo per ricordare le vite perse. Undici delle vittime avevano meno di 20 anni e altri diciassette bambini hanno perso uno o entrambi i genitori nell'incendio 13 .

Summerland era un centro di intrattenimento che offriva una piscina, una pista da ballo, diversi livelli di intrattenimento, ristoranti e bar. Poteva contenere migliaia di persone ed era una grande attrazione sia per la gente del posto che per i turisti. Al momento dell'incendio, 3000 persone erano all'interno ed è stato riferito che molte delle uscite di emergenza erano incatenate e bloccate. L'incendio stesso è stato causato da tre giovani ragazzi che hanno sperimentato le sigarette in una capanna di plastica vicino al campo da minigolf: tutti e tre sono sopravvissuti. È stato anche detto che il materiale di copertura in plastica Oroglass nel complesso non solo era altamente infiammabile, ma gocciolava plastica fusa a caldo sulle persone in preda al panico per sfuggire all'inferno. L'oroglass è stato utilizzato come materiale da costruzione in tutto il centro ricreativo ed è stato determinato per essere un fattore che ha contribuito alla velocità con cui l'incendio si è propagato quindici .

In occasione del 40° anniversario della tragedia di Summerland, MTTV ha intervistato il fotografo Noel Howarth che ha condiviso le foto del giorno in cui Summerland ha preso fuoco: puoi guarda il video qui .

L'incendio di Summerland è avvenuto a memoria d'uomo e ci sono ancora molte persone vive oggi che hanno assistito alla tragedia, sono state loro stesse nell'incendio o hanno perso una persona cara. Non è mia intenzione essere insensibile alla memoria delle persone che sono morte o hanno sofferto.

Il sito è inquietante per me perché più di quarant'anni sulle tracce della piscina originale, delle aree a gradini e delle trombe delle scale persistono ancora sulla parete rocciosa. La gente passa ogni giorno senza battere ciglio. Questo è ciò che è inquietante. Recinzioni arrugginite, rovine e il fatto che fino ad oggi nulla esiste su questo terreno. Summerland non è infestata dai fantasmi, ma penso che il ricordo di quello che è successo perseguiti molti.

12. Gli abissi

Sulla costa tra Port St Mary e Cregneash c'è una scogliera naturale di pietra tagliata accessibile tramite un sentiero pubblico. Il sentiero scende sulle formazioni e devi stare attento a non cadere in una delle fessure. È un posto incredibilmente bello ma fai attenzione a dove metti i piedi! La combinazione di altezze e dislivelli profondi rende questo luogo sia spettrale che leggermente pericoloso in cui camminare.

Nella zona c'è anche il caffè abbandonato Chasms, che è di per sé un po' inquietante, e Cronk Karran 16 , un antico cerchio di pietre che si dice fosse una sepoltura o il contorni di una capanna .

13. Mulino delle streghe

Gerald Gardner, il padre della moderna Wicca, si trasferì a Witches Mill e ai primi anni '50 aiutò ad allestirlo come museo della stregoneria. Arrivò sull'isola dall'Inghilterra e affermò che l'Isola di Man era un centro di stregoneria naturale e iniziò a creare una congrega e indottrinare nuovi membri. Sebbene non sia noto alcun legame storico tra le streghe e il mulino, ha perpetrato una storia secondo cui le rovine bruciate della torre del mulino erano state utilizzate dalle streghe sin dalla fine del XIX secolo come pista da ballo. 17 .

Tra le mostre del museo:

Al primo piano ci sono due stanze. Uno rappresenta uno Studio di Mago, del periodo intorno al 1630, con tutto predisposto per l'esecuzione di quella che viene variamente chiamata Magia Rituale, Magia Cabalistica, Magia Cerimoniale o Magia Artistica; questi termini significano più o meno la stessa cosa, anche se alcuni scrittori ne usano uno e altri un altro. C'è un grande e complicato cerchio disegnato sul pavimento e un altare fatto secondo certe proporzioni cabalistiche. Accanto c'è la spada consacrata del mago e dietro di essa due colonne, con luce su ciascuna. Se usata solo per buoni scopi, questo tipo di magia veniva chiamata Magia Bianca; ma se usata per scopi malvagi o egoistici, veniva chiamata Magia Nera. Quest'ultimo potrebbe comportare l'uso del sangue e l'evocazione di demoni, che erano tenuti a bada dai Nomi Divini scritti attorno al cerchio, e potevano manifestarsi solo nel Triangolo dell'Arte disegnato fuori dal cerchio, dove potevano essere comandati fare la volontà del mago. 17 .

Il museo è stato chiuso nel 1973 e gli oggetti occulti all'interno sono stati venduti e alcuni di essi ora sono di proprietà di Ripleys Believe it or Not 18 . L'edificio stesso è stato ristrutturato negli anni '90 in appartamenti.

Un ENORME grazie a Clare Barber, che ne ha condiviso molti queste località e molte delle fotografie. Mi ha portato in un fantastico giro dell'isola per vederne alcuni per la prima volta e per scattare fotografie. È stata una caccia al tesoro diversa dalle altre e mi ha fatto apprezzare ancora di più la storia e le storie di quest'isola. Per luoghi più interessanti da scoprire sull'Isola di Man, vai qui per saperne di più su Magnetic Hill, la Niarbyl Fault Line e l'Old Fairy Bridge.

RIFERIMENTI

1 Ulteriori informazioni sulla tomba dei vampiri
2 Wicca moderna Una storia di Gerald Gardner al presente
3 Quotidiani dell'Isola di Man
4 Storia della famiglia dell'Isola di Man sull'epidemia di colera del 1832-33
5 Wikipedia sulla stazione ferroviaria di Sea Lion Rocks
6 Wikipedia sulla ferrovia Groudle Glen
7 Rapporto della morte di tre giovani marinai prussiani da parte del Ramsey Courier
8 Wikipedia sui cani fantasma neri della Gran Bretagna
9 Sotto l'influenza! Miti, leggende, folklore e racconti da tutto il mondo
10 George Waldron, Storia e descrizione dell'isola di Man (1a ed. 1731) edizione 1744, p.23
undici Cos'è una Buggane
12 La fiaba delle Buggane di San Trinians
13 Servizi della BBC sull'incendio di Summerland
14 Wikipedia sul disastro di Summerland
quindici Il designer di Summerland rompe il silenzio di 30 anni
16 Cronk Karran
17 Guida dell'Isola di Man sul Museo delle Streghe
18 Wikipedia sul Museo della Stregoneria e della Magia

Articoli Interessanti