Perché i vegani dovrebbero mangiare il miele?

Questo post può contenere link di affiliazione. L'informativa completa è qui.

Il miele non è considerato un alimento vegano perché prodotto da un animale. Tuttavia, molti cibi vegani e vegetariani sono creati grazie al lavoro dell'apicoltura. Ecco perché tutti, compresi i vegani, dovrebbero mangiare il miele.

Non importa quale sia la tua opinione sul mangiare o non mangiare carne, c'è un prodotto animale che credo che tutti dovrebbero mangiare: il miele. Nell'agricoltura moderna, le api commerciali sono necessarie per impollinare le colture chiave perché gli insetti selvatici non sono in grado di far fronte al paesaggio che abbiamo creato. Senza le api, le nostre corsie di prodotti freschi sarebbero spoglie e una dieta vegana o vegetariana potrebbe essere messa a dura prova.

Se mangi avocado, mandorle, kiwi, zucca, meloni e tutta una serie di altra frutta e verdura allora la tua dieta dipende direttamente dal lavoro degli impollinatori. Api mellifere particolarmente gestite commercialmente. Se li mangi e sei vegano, ti stai godendo i risultati dell'industria dell'apicoltura e chiudi un occhio su come vengono coltivati.



Perché i vegani dovrebbero mangiare il miele: mangiando il miele si

L'apicoltura commerciale mantiene il cibo su tutti i nostri piatti

Non ci sono dati precisi che mostrano quante colonie selvatiche esistono, ma non c'è dubbio che le popolazioni siano molto più basse rispetto al passato. Negli Stati Uniti, le colonie di api selvatiche sono quasi inesistenti. Ciò significa che non si può fare affidamento sulle api selvatiche per impollinare le nostre colture. Nelle aree agricole, non esistono nemmeno altri impollinatori selvatici nel numero necessario per impollinare le colture. Le enormi distese di terreni agricoli e frutteti che riforniscono i nostri supermercati non forniscono né habitat né diversità nelle fonti di cibo per far prosperare gli impollinatori selvatici.



Perché l'impollinazione è importante?

L'impollinazione, l'atto di spostare il polline da un fiore all'altro, è il modo in cui i fiori si trasformano in frutti e bacche. L'impollinazione è necessaria anche per molte verdure affinché la pianta possa preparare i semi per i raccolti dell'anno successivo. Ciò che le api ottengono per il loro lavoro è polline e nettare che riportano alla colonia per essere trasformati in cibo per le api. Il miele è uno di questi alimenti.

Le api da miele percorreranno circa 1,5 miglia dal loro alveare per cercare fiori. Ora immagina di volare su un aereo su un terreno agricolo: innumerevoli miglia di singoli raccolti che fioriscono tutti in una volta e poi maturano. Uno spettacolo di fiori e poi niente. Le api in quell'ambiente morirebbero di fame dopo che la fioritura è finita, motivo per cui gli apicoltori commerciali le spostano da un posto all'altro.



Cosa c'entra mangiare il miele con il cibo vegano?

Gli apicoltori commerciali si guadagnano da vivere principalmente in due modi: servizi di impollinazione e vendita di miele. Sono pagati per portare le loro api in un raccolto per impollinarlo e poi raccolgono il miele che le api hanno prodotto da quel raccolto e poi lo vendono. Se le persone non mangiano il miele è improbabile che gli apicoltori possano rimanere in attività. Dovrebbero essere sovvenzionati attraverso le tue tasse per continuare il loro lavoro nel spostare le api da un raccolto all'altro. Se cessassero completamente l'attività, i prezzi del cibo salirebbero alle stelle e parte del cibo scomparirebbe del tutto dagli scaffali dei supermercati.

testi di santo santo santo

Potrebbe non essere gentile spostare le api da miele, ma finché alleviamo i raccolti sulla scala che facciamo attualmente, saranno necessarie api commerciali. Niente api, niente cibo, è così semplice.

cosa significa vedere 555
Perché i vegani dovrebbero mangiare il miele: mangiando il miele si

Alternative etiche per evitare di mangiare miele

Naturalmente, ci sono modi per rimanere vegani e per non sostenere eticamente l'apicoltura. Sapevi che prima dell'arrivo dei coloni in Nord America non c'erano api da miele? I nativi americani mangiavano colture non dipendenti dalle api e le coltivavano in campi molto più piccoli. Le graffette tradizionali includevano mais, zucca e fagioli.



Se mangi e coltivi cibo come facevano loro, i bombi selvatiche, le api solitarie e persino le api da miele potrebbero fare il lavoro di impollinazione per te. Tuttavia, acquista alcuni di questi stessi alimenti dal supermercato e fai nuovamente affidamento sul lavoro delle api commerciali.

Acquistare i tuoi prodotti da piccole aziende agricole biologiche è un'altra opzione. Potrebbero avere i propri alveari sulla terra per aiutare con l'impollinazione, ma potrebbero non dipendere così tanto dalle vendite di miele per mantenere a galla la loro attività. Ciò significa che le api hanno più valore come impollinatrici per la loro attività che come produttrici di miele.

Ma la raccolta del miele non ruba alle api?

Le api producono il miele, molto. Tanto negli anni buoni che puoi raccogliere da cinquanta a ottanta libbre di miele da una singola colonia! Alcuni apicoltori prendono la massima quantità di miele che possono dalle loro api, ma io prendo solo l'eccedenza. Un buon apicoltore si assicura sempre che le proprie api abbiano il proprio miele in abbondanza per tutto l'inverno.

Se sei preoccupato per il benessere degli animali, contatta un apicoltore locale e parla con loro di come mantengono i loro alveari. Chiedi loro quanto tolgono, dove sono tenute le api, quanti alveari hanno se li curano tutti da soli e qualsiasi altra cosa che potrebbe interessarti. Gli apicoltori commerciali possono avere pochi o migliaia di alveari e il numero di alveari può fare la differenza nel modo in cui vengono tenuti. Sta a te scegliere ciò che ritieni migliore, ma per favore sostieni il miele e gli apicoltori. Dipendiamo tutti da esso.

Ricette e ispirazione al miele

Articoli Interessanti